giovedì 27 maggio 2010

[11] Tastiere Giocattolo - tastiera giocattolo ItsImagical - di Cobol



Piccolissima corredata di portachiavi ma con uno scemo, acutissimo, unico e monotono suono. Incredibilmente la tastierina ha un suo sequencer con cui registrare dei loop su cui poter suonare. Peccato per lo scemo, acutissimo, unico, monotono e prolungato suono.
Le chiavi sono a membrana di gomma a loro modo neanche scomodissime da suonare (suonano pure i semitoni) se non emettessero uno scemo, acutissimo, unico e monotono suono. Attaccata al proprio portachiavi fa un figurone sopratutto per provare motivetti che balzano in testa. Tuttavia non e' possibile registrarli sul sequencer perche' una volta spenta la tastierina il loop si perde. Nonostante tutti questi gravi difetti adoriamo questa microtastierina degli anni Novanta (gli anni Novanta, quando il grunge ci faceva pensare: ma allora chiunque puo' suonare e pure in ogni luogo...) per fare minimusica nel ristretto contesto della micromusica.

lunedì 17 maggio 2010

Future that has never been [4]. Le loro astronavi raggiunsero il pianeta terracqueo.Their spaceship reached the terraqueous planet.


Le loro astronavi raggiunsero il pianeta terracqueo.
Primi tra tutti in una colonia extrasolare.
Partirono per dimenticare il dolore e la gravita'.
Il futuro che non c'e' mai stato.

Their spaceship reached the terraqueous planet.
First in extrasolar colony.
They had left to forget the gravity and the pain.
Future that has never been.

Musica: Cobol Pongide
Archivio: Doppler
Supervisore semantico: Andrea Cangioli
Tnx: Marco Santarelli

Guarda il video

venerdì 14 maggio 2010

Future that has never been [3]. I loro corpi erano piu' atletici dei nostri.


Their bodies were more athletic then ours.
Built-in speed and aerodynamics.
Future that has never been.

I loro corpi erano piu' atletici dei nostri.
Velocita' e aerodinamismo gli erano connaturati.
Il futuro che non c'e' mai stato.

Musiche: Cobol Pongide
Super8: dal remoto futuro
Archivio: Doppler

Guarda il video

giovedì 13 maggio 2010

Nuova sezione del sito cobolpongide.org: il futuro che non c'e' mai stato.


La sostanza rimane sempre quella: il futuro che non c'e' mai stato.

Ci hanno ingannato, non ci hanno dato il futuro promesso.
Oggi dovremmo vivere tutti su confortevoli colonie marziane, pressurizzate, con aria e gravità artificiali.
Dateci le pasticche, quelle per mangiare.
Dateci una base spaziale su cui ricominciare.


Nella
nuova sezione i Cobol Pongide tenteranno di sviluppare ulteriormente questo concetto recuperando immagini in super8 del futuro remoto grazie alla collaborazione con l'Archivio Doppler e Andrea Cangioli (supervisore semantico).

[1] L
e loro astronavi viaggiavano sopra il cielo
[2]
I loro occhi meccanici guardavano meglio dei nostri
[3]
I loro corpi erano piu' atletici dei nostri

mercoledì 12 maggio 2010

[10] Tastiere Giocattolo - tastiera giocattolo Europlay - di Cobol



Tastierina a tracolla della Europlay. Monofonica con un solo suono molto caratterizzato a dente di sega. Varie demo al solito irriproducibili con la tastiera. Le forme geometriche alla base non servono a nulla se non a sottolineare l'importanza per la geometria come materia di studio fondamentale per i bambini.
Molto difficile da bendizzare data (nonostante l'aspetto solido) l'estrema fragilita' del circuito (in realta' della stessa marca ho visto cose assolutamente fatte meglio. Questa non gli e' riuscita molto bene).
Ovviamente assolutamente apprezzabile per il risultato estetico. La datarei anni Novanta.

sabato 8 maggio 2010

Future that has never been [2]. I loro occhi meccanici guardavano meglio dei nostri.


I loro occhi meccanici guardavano meglio dei nostri.
Scatole di metallo opaco e ronzio che significava progresso.
Il futuro che non c'e' mai stato.


Their mechanic eyes could see better than ours.
Matt metal boxes and drones that meant progress.
Future that has never been.

Guarda il video

venerdì 7 maggio 2010

Future that has never been [1]. Le loro astronavi viaggiavano sopra il cielo


E' passato del tempo da quando il tempo era considerato qualcosa attinente al tempo. Una prospettiva attendista, come i tapis roulant, la posta pneumatica, le ruote cingolate. Attendendo, il futuro sarebbe giunto. Prima o poi.
Poi qualcuno si accorse della ricorsivita' del concetto: il tempo attiene al tempo e' una soluzione fin troppo di comodo. Ma per qualche tempo la soluzione sembro' soddisfare i meno esigenti.
Affermare l'inesplicabilita' del tempo pio' apparire altrettanto comoda come soluzione a patto di non prendere sul serio le conseguenze.

Their spaceships travelled above the sky.
Transparent domes and artificial air.

Future that has never been.

- Guarda il video

mercoledì 5 maggio 2010

[9] Tastiere Giocattolo - Piano Watch - di Cobol



L'idea e' interessantissima: realizzare un orologio che consenta anche di comporre micromusica quando si e' fuori casa: quando l'ispirazione ti coglie alla sprovvista. E allora passino le scomode condizione in cui sei costretto a suonare, passi anche il fatto che non c'e' una uscita audio per le cuffie. Passiamo anche sul fatto che il pianofortino e' dotato di un solo monofonico suono ad onda quadra (che non e' poco).
Ma i semitoni ce li volete mettere?
Io davvero non capisco la ragione che porta molti costruttori a decidere di rinunciare ai semitoni. Come se uno potesse decidere di costruire un disco volante senza luci e senza ronzii alieni, un dinosauro senza il doppio cervello, un sistema solare binario senza una doppia stella.
Una strisciante normalizzazione verso i toni maggiori si insinua nelle societa' occidentali fin da quando sei bambino. I semitoni rappresentano evidentemente una stortura, un rimosso... i semitoni come elemento batalliano che sconquassa la pacata normalita' di un ottimismo forzato e indotto ottimismo.
Comunque; l'orologio e' degli anni Ottanta, il suono non e' particolarmente interessante ma in talune occasioni puo' tornare davvero utile: sopratutto per fare un figurone d'eleganza e buon gusto.

domenica 2 maggio 2010

[How to] MONDOPSICOTRONICO [Pong - 4/10] - di Cobol


Il classico gioco del Pong nasconde un incredibile segreto psicotronico. La sua origine si intreccia con gli esotismi delle sperimentazioni sulla lettura del pensiero e del tutto inaspettatamente con un altro grande classico: il Cubo di Rubik.
Quello qui presentato e' l'estratto dell'episodio Pong di MondoPsicoTronico (l'esperimento) in attesa di poter vedere pubblicata l'intera puntata.

- Qui il video

- Qui il sito MondoPsicoTronico